In questa fase di emergenza, caratterizzata dal lungo tempo da trascorrere a casa, è particolarmente importante l’attività fisica per i bambini. L’esercizio fisico inteso come gioco di movimento, oltre a essere divertente, contribuisce a migliorare le condizioni di salute fisica e a promuovere il benessere psicologico. Fare un po’ di attività fisica per i bambini è un modo semplice ed efficace per tenere a bada agitazione, stress, frustrazione e conflittualità, che la situazione attuale può generare.

Di quanta attività fisica hanno bisogno i bambini al giorno?

  • L’attività fisica per i bambini deve durare circa 60 minuti al giorno.

Cosa possono fare i genitori per promuovere l’attività fisica nei bambini?

  • Dare l’esempio, se i genitori sono attivi anche i bambini lo saranno.
  • Scegliere attività adeguate all’età e allo sviluppo del bambino.
  • Creare luoghi sicuri in cui giocare, sorvegliando l’attività del bambino.
  • Evitare l’utilizzo di televisori, tablet e cellulari.

A tutte le età

Alcune attività trasversali, importanti per lo sviluppo, sono adatte in tutte le fasce di età:

  • il movimento libero: ballo, salti, capriole, stretching.
  • la musica per favorire movimento/coordinazione e stimolare il linguaggio e l’apprendimento.
  • il disegno e la manipolazione con paste modellabili per stimolare la creatività, la motricità fine e gli aspetti sensoriali.
  • la lettura comune ad alta voce e poi autonoma per stimolare il linguaggio, l’apprendimento e l’interazione.

Alcuni esempi di attività/giochi per fascia di età

0-6 mesi

  • Ballare con il proprio bambino in braccio facendo attenzione a sorreggergli la testa con le mani.

6-12 mesi

  • Favorire il gioco libero su un tappetino morbido per stimolare la motricità e il contatto corporeo con altri oggetti e persone.

12-24 mesi

  • Incoraggiare il bambino a mimare le movenze del mondo animale: strisciare come un serpente, saltare come una rana, camminare come un cane a quattro zampe.
  • Far muovere il bambino a piedi nudi in casa invitandolo ad attraversare/superare alcuni ostacoli, come ad esempio cubi di legno, scatole, tappeti morbidi, cilindri, ecc.

24-36 mesi

  • Far camminare il bambino, un piede dietro l’altro, su delle strisce di nastro adesivo attaccate sul pavimento; volendo si può chiedere di grattarsi la testa o camminare ad occhi chiusi.
  • Allestire un bowling casalingo con bottiglie del latte e palline da tennis.
  • Incollare sul pavimento delle strisce di nastro adesivo a una certa distanza. Su ogni striscia porre l’immagine di un animale che salta (la rana, il canguro, ecc.); il bambino dovrà imitare il tipo di salto per raggiungere la striscia successiva.

3-4 anni

  • Saltare la corda: con un tappeto morbido e una corda creare un ostacolo da saltare.
  • Gioco dell’alligatore: spargere alcune “isole” o “barche” sul pavimento (usando cuscini, libri, ecc.) e far saltare i bambini da un oggetto all’altro per non cadere “nell’acqua” rischiando di essere mangiati dall’alligatore affamato.
  • Gioco dello specchio: porsi di fronte al bambino e invitarlo a copiare i movimenti che vede fare: allunga le braccia verso il cielo, corri sul posto, imita una scimmia. Cambiare ruolo e imitare le movenze rappresentate dal bambino.
  • Organizzare una caccia al tesoro domestica che cerchi di coprire tutti gli ambienti della casa.

Fonte: Istituto Superiore di Sanità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment